Archivi categoria: SOCIALE – SERVIZI ALLA PERSONA

Cultura, Sport, Sanità, Scuola & Istruzione, Integrazione, Associazioni, Famiglia, Giovani, Anziani

NUOVA REGOLAMENTAZIONE COMUNALE ORARI SALE GIOCHI

Lunedì 23 Novembre all’interno del Consiglio Comunale si voterà la mozione sulla creazione di un’ ”anagrafe” delle slot presenti nel territorio e sulla riduzione degli orari delle sale giochi limitate al mattino per contrastare il fenomeno della ludopatia.

Di fatto non potranno essere concesse nuove slot machine ai locali vicini alle scuole e dopo le ore 13 si potrà accedere all’area dei video poker fino alle ore 24.

slot machine

3 italiani su 100 soffrono di ludopatia

La mozione , presentata in Commissione dall’assessore Ronco e votata in commissione sia dalla maggioranza sia dall’opposizione, ci trova come Movimento 5 Stelle di Beinasco favorevoli poiché può contribuire ad allontanare i giovani dal vizio del gioco; inoltre è coerente con uno dei punti del programma che abbiamo presentato alle elezioni inerente proprio alla lotta alla dipendenza dal gioco.

Scuolabus, ci sará all’inizio dell’anno scolastico? Si o No?

Il giorno 4 agosto, venuti a conoscenza della situazione scuolabus per l’anno scolastico 2015-16, abbiamo inoltrato un comunicato stampa alle varie testate giornalistiche che prontamente la Stampa di Torino ha pubblicato il giorno 9 agosto 

Comunicato stampa:

Con l’avvio del prossimo anno scolastico­ l’amministrazione di Beinasco ha deciso­ che non è più sostenibile il costo dell­o scuolabus per i bambini delle scuole e­lementari di Borgo Melano Solo dodici ad­esioni che sono ritenute insufficienti p­er continuare a fornire il servizio.
L’appalto è scaduto a giugno e non è sta­to indetto un nuovo bando. Si parla quin­di di un “affidamento diretto” ai soliti­ nomi noti che, sempre secondo l’assesso­re di riferimento è l’unica società inte­ressata a fornire il servizio. E’ eviden­te che se non si indice un bando non ci ­possono essere richieste.
Nel frattempo i genitori dei bambini son­o in fibrillazione perchè non sanno come­ fare a portare i bimbi a scuola. Da Bor­go Melano alla scuola “Gramsci” di via M­irafiori ci sono circa 1500 metri…tutt­i a piedi?

Sollevato e reso pubblico il problema l’amministrazione ci mette una toppa, e come consuetudine non si  dimentica di screditarci, facendo credere che solo loro riescono a risolvere i problemi; problemi che loro si creano, insomma come al solito se la cantano e se la suonano.

Qui di seguito l’articolo della Stampa di Torino.

 Scuolabus 2015-08-09 la Stampa

Replica all’articolo uscito sulla Stampa­ domenica 9 agosto 

…scontato accusare l’opposizione di fa­re sterili polemiche….i numeri legati ­all’adesione servizio scuolabus sono no­ti già dai primi mesi dell’anno. A front­e di un tale calo di richieste sarebbe s­tato opportuno capire le motivazioni che­ hanno indotto i cittadini a rinunciare ­al servizio: il costo è troppo caro? Si ­indice, tempestivamente, un bando di con­corso per l’appalto al servizio, creando­ concorrenza e capacità di trattativa su­lle tariffe proposte. Il servizio non è ­più necessario? È inutile investire circ­a 80000 euro per un servizio non indispe­nsabile! Si vuole dare comunque un’assis­tenza a coloro che ne hanno bisogno? Val­utiamo la possibilità di acquistare un m­inibus, utilizzabile anche per gestire a­ltre richieste sul territorio fuori dall­’orario scolastico, affidandone la gesti­one alla Beinasco Servizi.
Non c’è motivo di essere fieri di “esse­re uno dei pochi comuni a garantire un s­ervizio sottoutilizzato” se i costi di t­utto ciò ricadono pesantemente su tutti ­i cittadini!!! ..Sí, il nostro sindaco s­u una cosa ha ragione, …una riflession­e andava fatta!

BEINASCO AVRA’ I PARCHI GIOCO INCLUSIVI

inclusive_park_160115_TOP_900x500

E’ stata approvata nel corso dell’ultimo consiglio comunale la nostra mozione per l’introduzione dei “PARCHI INCLUSIVI”. Qui il testo:

MOZIONE N. 8-2015 PARCHI GIOCO INCLUSIVI

Cosa sono i parchi inclusivi? Sono parchi in cui anche i bimbi con handicap possono giocare con i loro coetanei perchè i giochi sono adatti alle loro esigenze, quindi con rampe accessibili, scivoli più grandi e con la totale eliminazione delle barriere architettoniche.

L’amministrazione si è impegnata a perseguire questo progetto iniziando dai parchi in via di ristrutturazione. Vigileremo affinchè la promessa sia mantenuta.

Caso Mensa: convocata Commissione Refezione Scolastica

Facciamo seguito a quanto pubblicato nei giorni scorsi relativamente al caso degli insetti trovati nel pane servito agli alunni della scuola Elementare Calvino di Borgaretto.
Dopo il nostro esposto alle autorità competenti, il Comune di Beinasco ha convocato per giovedì 20 novembre alle 17.15 presso il Palazzo Comunale di Beinasco (Piazza Alfieri 7) il primo incontro della Commissione Refezione Scolastica, con il seguente ordine del giorno:

1. Nomina del presidente della Commissione mensa e suo sostituto
2. Verifica funzionamento servizio
3. Varie ed eventuali

Invitiamo i cittadini a partecipare numerosi!

Scuole beinaschesi: il disastro della Aldo Mei

Abbiamo proseguito il giro delle scuole di Beinasco, per verificare di persona lo stato delle strutture in cui quotidianamente i nostri figli passano molte ore.

Questa volta è il turno della scuola Elementare Aldo Mei, di Via Mascagni a Fornaci.
Questa scuola, già posizionata in un punto infelice (è la più vicina all’inceneritore, ed “ospita” la centralina di rilevamento delle emissioni dell’impianto del Gerbido), è stata sottoposta ad una serie di lavori, durati circa un anno. Circa un mese fa, con la conclusione dei lavori, sono stati tolti i veli alla nuova Aldo Mei.
Vediamo i risultati.

Facendo un giro all’esterno notiamo subito che con le prime piogge cadute il sottotetto presenta già tutta una serie di infiltrazioni nel sottotetto e di scrostamenti dell’intonaco.
E siamo solo ad aprile! Con l’arrivo dell’autunno dobbiamo aspettarci le stesse scene viste in altre scuole beinaschesi, ovvero palestre e aule allagate?

foto.1.000foto.2.001foto.6foto.3.001Infiltrazioni diffuse lungo tutto il perimetro esterno della scuola

Guardate ora la “precisione svizzera” con cui è stata posizionata questa grondaia.  La geometria, questa sconosciuta!

foto.9

Ci imbattiamo quindi nell’ennesimo lavoro lasciato incompleto. Quando verrà terminato? Non è dato saperlo.

foto.8Chiudiamo la carrellata con questo accesso esterno ai locali della scuola: accesso che non è stato minimamente toccato dai lavori di ristrutturazione. Ma perchè?
Sarebbe come ristrutturare per intero una casa in cui si andrà a vivere e lasciare un bagno degli anni ’70. Una scelta vintage, sicuramente, ma altrettanto discutibile. Le foto parlano più di mille parole.

foto.10foto.5foto.4.000
Se questo è il livello medio dei lavori sbandierati dall’attuale amministrazione sul giornalino di propaganda Beinasco Notizie (e anche nei recenti incontri pubblici), c’è da essere seriamente preoccupati!
E’ triste constatare come siano stati spesi male i soldi della collettività.
In periodi di ristrettezze di bilancio, è necessario amministrare in maniera saggia le risorse a disposizione del Comune: è uno degli obiettivi del Movimento 5 Stelle Beinasco, ed è un aspetto troppo spesso disatteso dall’amministrazione uscente negli ultimi anni. Ci sono davvero troppi esempi sotto i nostri occhi a dimostrarcelo ogni giorno.

Degrado in Piazza Garelli

Abbiamo da poco ricevuto nelle nostre buche la special edition di Beinasco Notizie, nella quale l’amministrazione uscente faceva il bilancio di mandato, con il dettaglio degli interventi effettuati in questi cinque anni nelle borgate che compongono Beinasco.
Nel numero in questione, venivano quindi riportati anche gli interventi effettuati a Borgo Melano.
Abbiamo fatto un giro a Borgo, in Piazza Garelli, e le dichiarazioni pompose lette sul giornalino stridono decisamente con quanto visto con i nostri occhi.

foto.1.1
foto.2.1
foto.001
Recinzioni abbattute e pericolanti, tombini scoperti e pericolosi per i bambini, erba altissima (la foto è di una decina di giorni fa, vi assicuriamo che oggi è arrivata ad altezza uomo).
Stendiamo poi un velo pietoso sul volantinaggio effettuato dal PD locale sui temi del mercato e della farmacia, ai quali gli abitanti di Borgo Melano sono particolarmente sensibili…
Sono casi come questi che confermano come l’amministrazione uscente, negli ultimi cinque anni, abbia usato due pesi e due misure a seconda che i problemi riguardassero questa o quella borgata. Per il Movimento 5 Stelle di Beinasco tutte le borgate hanno pari dignità e meritano la stessa attenzione.

In giro per Beinasco, tra lavori mal fatti e discariche a cielo aperto

Come di consueto, abbiamo fatto quattro passi per Beinasco, armati soltanto di pazienza e di macchina fotografica.

Come prima tappa, siamo stati al nuovo cimitero di Borgaretto.
Appena entrati, notiamo che la camminata – completata di recente- può definirsi tutto fuorchè un lavoro di qualità. Numerose ed evidenti sono infatti le colature di cemento presenti sulle piastrelle, come documentato in queste foto:

foto 1foto 2

Ci spostiamo quindi sul selciato in ghiaia, e notiamo i faretti molto sporgenti posati a pavimento. Ci sono arrivate numerose segnalazioni di persone che hanno rischiato di farsi male inciampando su di essi.

foto.3
Per quale motivo il Comune continua ad affidarsi a ditte esterne per lavori di questo tipo, se poi il risultato finale è quello che vediamo?

In seguito ci spostiamo all’Asilo Garelli di Via Schifani.
Ci avviciniamo al cancello di ingresso secondario e notiamo che le colonne in cemento sono davvero in pessime condizioni. Le cerniere hanno completamente ceduto, e il cancello è ormai fuori asse: per tale motivo non chiude più. Il problema, come ci è stato segnalato, persiste da almeno due anni.

foto 2 (2)foto 4 (2)
foto 1 (2)foto 5 (1)

L’ennesimo segno di degrado delle strutture presenti sul territorio di Beinasco.
E’ evidente: da quanto si legge nelle cronache cittadine, l’attuale Amministrazione è più impegnata ad acquistare nuovi edifici che a ristrutturare quelli già esistenti ed utilizzati dai cittadini beinaschesi.

Un altro esempio: uno dei tanti muretti presenti nel centro di Beinasco, costantemente “abbattuti” dalle auto che fanno retromarcia. Una scelta concettualmente sbagliata, che costringe a continui interventi di manutenzione.

foto 5Per concludere la nostra passeggiata, ci spostiamo verso Via Pio La Torre, sulla strada che porta allo scalo merci di Orbassano a fianco della ex Progetto S.p.A.
Ci troviamo di fronte da una vera e propria discarica a cielo aperto: rifiuti di ogni tipo e in abbondanza, a pochi passi da Borgo Melano.

foto.1.4foto.4.3foto 2 (4)foto.5.2Analoga scena, purtroppo, si ripropone in Via Mirafiori, a fianco della Scuola Gramsci, nei pressi della fermata del pullman per i bambini.

foto.2.3 foto.1.3
Lo spettacolo appena visto è avvilente.
L’incuria verso il territorio e verso le strutture in esso presenti è evidente, ed è un manifesto eloquente di ciò che non ha funzionato negli ultimi cinque anni.
I cittadini beinaschesi meritano di più.

I parchi giochi? Cadono a pezzi

Continua il nostro tour per Beinasco per controllare lo stato delle strutture adibite ad utilizzo pubblico: questa volta siamo stati a Borgaretto, al parco sito presso i giardini di Via Papa Giovanni Paolo II.
Il primo aspetto che notiamo denota subito lo stato di semiabbandono di questo posto: la staccionata è divelta e in parte marcia, un pezzo della stessa è staccato e riverso sulla strada adiacente.
Il parco è suddiviso in due parti: da una parte un percorso da utilizzare per effettuare degli esercizi fisici, dall’altra l’area riservata al gioco dei bambini.
Il percorso presenta una serie di attrezzi ormai rotti e in stato fatiscente da almeno un anno a questa parte. Nemmeno l’area giochi si salva: le altalene sono senza catene e seggiolini e i cosiddetti antishock, gli strumenti utilizzati per tutelare dalle cadute, sono o mancanti oppure talmente obsoleti da risultare totalmente inefficaci.
Le strutture in questione sono assolutamente pericolose per i nostri bambini che, quotidianamente, le utilizzano per giocare.

foto.3foto.2Staccionate divelte

foto.1foto.4.000Altalene senza catene e seggiolini, antishock totalmente inefficaci

La domanda che sorge spontanea è la seguente: per quale motivo l’Amministrazione Comunale non si occupa della manutenzione di queste e altre strutture comunali?
Sarebbe opportuno intervenire quanto prima per sanare la situazione, visto che la struttura descritta versa in questo stato da ormai parecchio tempo.
Come si dice di solito: meglio prevenire che curare!

Scuole e asili beinaschesi: il tour continua

Dopo il report fotografico sullo stato della scuola Vivaldi e dell’Auditorium Giacalone a Borgaretto, continuiamo il nostro tour per monitorare le condizioni delle scuole e degli asili beinaschesi.
Come prima tappa, ci rechiamo alla scuola materna Rodari.
Questa scuola materna presenta da anni una recinzione esterna non conforme, che può essere pericolosa per i bambini che la frequentano. Segue documentazione fotografica.

IMG_4526IMG_4521

IMG_4522IMG_4523IMG_4524IMG_4525I genitori degli alunni iscritti a questa scuola materna hanno presentato da tempo in Comune una raccolta firme per chiedere un intervento, ma non hanno ricevuto nessuna risposta dall’Amministrazione Comunale.

La seconda tappa del nostro tour odierno è la Scuola Materna S. Aleramo di Beinasco. Anche in questo caso notiamo una potenziale fonte di pericolo per i giovani alunni: la base di cemento del muro di recinzione presenta da almeno un anno una grossa spaccatura, come riportato nelle foto di seguito.

IMG_4418IMG_4419
La domanda sorge spontanea: perchè l’amministrazione comunale non interviene?
Forse le risorse sono indirizzate verso altri lavori di manutenzione? Sembrerebbe di no, a giudicare da ciò che vediamo durante la conclusione del nostro giro per le vie di Beinasco.

Arriviamo all’incrocio di Strada del Bottone con Via Frejus e notiamo una buca enorme al centro della strada:

IMG_4416Meglio parcheggiare l’auto, per il bene delle sue sospensioni. Proseguiamo a piedi, ma non siamo di certo più fortunati: nel marciapiede adiacente (se lo si può definire tale) rischiamo subito una distorsione.

IMG_4417Rimanendo in zona, tra via San Luigi e Strada del Risorgimento notiamo una cabina elettrica completamente aperta.

IMG_4421IMG_4420E se qualche bambino ci andasse a giocare dentro? Non vogliamo nemmeno pensare alle possibili conseguenze.

Concludiamo il nostro giro pensando che l’unico posto assolutamente sicuro per i nostri bambini, al momento, è all’interno delle mura domestiche!

Scuole beinaschesi: aspettiamo il disastro?

Come Movimento 5 Stelle Beinasco riteniamo doveroso mettere in evidenza lo stato in cui versano le scuole del territorio beinaschese.
Allagamenti diffusi, scarichi otturati, lampade fatiscenti: le segnalazioni che arrivano dai cittadini sono numerose. Riportiamo di seguito documentazione fotografica.

Scuola Vivaldi ed Auditorium Giacalone – Borgaretto

IMG_4347IMG_4349

IMG_4351

IMG_4350

IMG_4352

IMG_4355

IMG_4354    IMG_4353

IMG_4359 IMG_4358 IMG_4366

Palestra Scuola Vivaldi – Borgaretto
(allagamento da acqua piovana nonostante il tetto rifatto nuovo nel 2013)

IMG_4367 IMG_4368 IMG_4369