Fornaci, pericolo pirati della strada

In data 08/07 abbiamo ricevuto la seguente segnalazione da Andrea Forneris di Fornaci.
Due dei nostri consiglieri comunali hanno incontrato Andrea per approfondire questa problematica che comprende aspetti legati alla viabilità, alla sicurezza e all’inquinamento ambientale di Fornaci.
Riportiamo di seguito il testo dell’e-mail ricevuta:

Buongiorno,

mi chiamo Andrea Forneris e abito su strada Torino al civico 43.
Questa sera alle 20:20 circa, un pazzo a bordo di un Alfa 166 grigia passando con il semaforo rosso in direzione Torino, ha rischiato di investirmi mentre avevo in braccio mia figlia di 11 mesi. Non contento, alle mie rimostranze si è fermato in mezzo alla strada e ci ha minacciati di morte. Avete capito bene, ha minacciato me e la mia bimba di 11 mesi di morte, per fortuna ero a pochi metri dal portone e sono riuscito a proteggere la mia piccola da quello che poteva trasformarsi in un evento criminoso.

Ora la mia rabbia è per l’assenza TOTALE di sicurezza su questo tratto di strada.
Non è la prima volta che si rischia l’incidente, mentre i vigili fanno le multe (dovute per carità…) quando si lavano le strade alle 7 della mattina dove sono nelle ore di punta quando pazzi scellerati passano ai 100 all’ora con il semaforo rosso? Dove sono quando in piena notte Strada Torino si trasforma in una pista per automobilisti gasati? Come fanno a non vedere che i camion e gli autobus passano a pochi centimetri dalle persone che transitano sul marciapiede senza nessun tipo di protezione?

Signor sindaco… DOVE SIETE???

Oltre al traffico pazzesco, all’inceneritore che incombe sulle nostre case, dobbiamo pure stare zitti di fronte a questi criminali della strada? Dobbiamo piangere i morti prima che interveniate?
Scusatemi per la rabbia ma sto ancora tremando perchè per un momento ho pensato che mia figlia potesse morire per mano di un pirata della strada!

A voi ragazzi del Movimento vi prego di intervenire con tutte le vostre forze perchè non si debba dire “Lo avevamo detto!”

Grazie,
Papà Andrea, mamma Elisa e la piccola Giulia

 

Come Movimento 5 Stelle di Beinasco, stiamo valutando con i nostri tecnici quali azioni si possono intraprendere per affrontare correttamente questo tipo di problema nelle sedi opportune, al fine di prevenire tragiche fatalità.

Screen.Shot.2014.07.14.at.23.21.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *