Archivio mensile:luglio 2014

Beinasco Servizi: sarà un caso?

E’ finalmente arrivata la tanto attesa quanto scontata notizia che il sig. Sergio Boido sarà il prossimo amministratore unico della Beinasco Servizi srl; lo stesso Boido che, candidato alle scorse elezioni amministrative nelle fila del PD, aveva ottenuto ben 286 voti dai cittadini beinaschesi che, in un certo qual modo, gli hanno dato fiducia per esserne rappresentati.

Ma, il giorno del primo consiglio comunale, si viene a conoscenza che il neoconsigliere eletto Boido Sergio ha rinunciato alla carica affidatagli dai suoi elettori; una scoperta che non ha lasciato di stucco gli addetti ai lavori, dal momento che era già trapelata fuori dalle porte del consiglio la voce che il sig. Boido sarebbe stato il futuro amministratore unico della Beinasco Servizi srl.

Sarà un caso che, nonostante il bando di concorso, che per legge è necessario indire in caso di elezione di cariche dirigenziali, la persona scelta per questo incarico sia stata proprio il sig. Boido? Ai posteri l’ardua sentenza.

beinascoservizi

 

Convocazione Consiglio Comunale del 24 luglio

E’ convocato per giovedì 24 luglio alle ore 18.45 presso l’ex Chiesa Confraternita Santa Croce il Consiglio Comunale di Beinasco, per la trattazione dei seguenti argomenti.

COMUNICAZIONI E INTERROGAZIONI

-Interrogazione con oggetto: “Interrogazione urgente in consiglio comunale in
merito alle dichiarazioni del Sindaco durante il consiglio comunale del 17 giugno
2014” (presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle – consigliera Zanetti).
-Interrogazione con oggetto: “Interrogazione urgente in merito all’8 per mille
all’edilizia scolastica” (presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 Stelle –
consigliere Cursi).

VOTAZIONE DELIBERAZIONI

1. Imposta Unica Comunale. Regolamento per l’applicazione dell’Imposta Municipale
Propria (IMU). Approvazione.
2. Imposta Unica Comunale. Regolamento per l’applicazione del Tributo sui Servizi
Indivisibili (TASI). Approvazione.
3. Imposta Unica Comunale. Regolamento per l’applicazione della Tassa sui Rifiuti
(TARI).
4. Determinazione aliquote per l’applicazione dell’Imposta Municipale Propria (IMU) –
Anno 2014.Approvazione.
5. Determinazione aliquote per l’applicazione del Tributo sui Servizi Indivisibili (TASI).
– Anno 2014.
6. Approvazione del piano finanziario previsionale del servizio di gestione dei rifiuti
urbani 2014.
7. Tassa sui Rifiuti (TARI) – Determinazione delle tariffe per l’anno 2014.

Invitiamo tutta la cittadinanza ad assistere al Consiglio.

Chi non potesse essere presente, può come di consueto seguire il Consiglio in diretta streaming all’indirizzo http://www.ustream.tv/channel/beinasco-5-stelle

Riunione attivisti Movimento 5 Stelle Beinasco – 21 luglio

riunione attivistiE’ convocata una riunione per lunedì 21 luglio 2014 alle ore 21,00 presso il “LORY BAR” in Strada Comunale di None – Beinasco (vicino a Cucine Venete).

Ordine del giorno:

  • Resoconto sulla commissione bilancio del 17 e 21 luglio
  • Resoconto Redazione
  • Preparazione Consiglio Comunale del 24 luglio
  • Pagine Facebook non ufficiali: aggiornamento situazione.
  • Varie ed eventuali

Le riunioni degli Attivisti sono riservate agli attivisti stessi ma sono aperte a tutti coloro che desiderino diventarlo. Per la prima riunione è possibile partecipare affiancati da un attivista, oppure invitati personalmente se conosciuti da qualcuno del gruppo.

Nel caso in cui non conosciate nessun membro, potete contattarci al nostro indirizzo di posta elettronica sotto riportato.

Come si diventa attivista del Movimento 5 Stelle di Beinasco? Semplicemente… diventando attivo. Cioè partecipando alle nostre riunioni, portando le proprie idee, e collaborando alla realizzazione dei progetti. Ogni nuovo arrivato è il benvenuto alle riunioni che teniamo periodicamente. Il MoVimento 5 Stelle è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con il programma del MoVimento 5 Stelle.

L’adesione al MoVimento non richiede il pagamento di nessuna quota.

Se sei interessato a partecipare contattaci attraverso l’indirizzo mail: beinasco.5stelle@libero.it

Fornaci, pericolo pirati della strada

In data 08/07 abbiamo ricevuto la seguente segnalazione da Andrea Forneris di Fornaci.
Due dei nostri consiglieri comunali hanno incontrato Andrea per approfondire questa problematica che comprende aspetti legati alla viabilità, alla sicurezza e all’inquinamento ambientale di Fornaci.
Riportiamo di seguito il testo dell’e-mail ricevuta:

Buongiorno,

mi chiamo Andrea Forneris e abito su strada Torino al civico 43.
Questa sera alle 20:20 circa, un pazzo a bordo di un Alfa 166 grigia passando con il semaforo rosso in direzione Torino, ha rischiato di investirmi mentre avevo in braccio mia figlia di 11 mesi. Non contento, alle mie rimostranze si è fermato in mezzo alla strada e ci ha minacciati di morte. Avete capito bene, ha minacciato me e la mia bimba di 11 mesi di morte, per fortuna ero a pochi metri dal portone e sono riuscito a proteggere la mia piccola da quello che poteva trasformarsi in un evento criminoso.

Ora la mia rabbia è per l’assenza TOTALE di sicurezza su questo tratto di strada.
Non è la prima volta che si rischia l’incidente, mentre i vigili fanno le multe (dovute per carità…) quando si lavano le strade alle 7 della mattina dove sono nelle ore di punta quando pazzi scellerati passano ai 100 all’ora con il semaforo rosso? Dove sono quando in piena notte Strada Torino si trasforma in una pista per automobilisti gasati? Come fanno a non vedere che i camion e gli autobus passano a pochi centimetri dalle persone che transitano sul marciapiede senza nessun tipo di protezione?

Signor sindaco… DOVE SIETE???

Oltre al traffico pazzesco, all’inceneritore che incombe sulle nostre case, dobbiamo pure stare zitti di fronte a questi criminali della strada? Dobbiamo piangere i morti prima che interveniate?
Scusatemi per la rabbia ma sto ancora tremando perchè per un momento ho pensato che mia figlia potesse morire per mano di un pirata della strada!

A voi ragazzi del Movimento vi prego di intervenire con tutte le vostre forze perchè non si debba dire “Lo avevamo detto!”

Grazie,
Papà Andrea, mamma Elisa e la piccola Giulia

 

Come Movimento 5 Stelle di Beinasco, stiamo valutando con i nostri tecnici quali azioni si possono intraprendere per affrontare correttamente questo tipo di problema nelle sedi opportune, al fine di prevenire tragiche fatalità.

Screen.Shot.2014.07.14.at.23.21.30

PD, UN PARTITO TUTTO “DEMOCRATICO”

Riflessioni sul Consiglio Comunale del 7 Luglio 2014

Ce lo aspettavamo! Così come accade in Parlamento anche nel “piccolo” del nostro Consiglio Comunale il Partito Democratico, che nei fatti di democratico ha ben poco, forza la mano chiudendo la bocca ai cittadini che chiedono l’applicazione delle regole democratiche, per invece “manipolarle” a piacimento delle maggioranze.

E diciamo questo amici, non perché siamo quelli che cercano il pelo nell’uovo o perché si vuole essere disfattisti a tutti i costi, ma perché qui a Beinasco si sta attuando una vera e propria “dittatura della maggioranza”, dove con la scusa di dover governare senza ostacoli il gruppo che sostiene il Sindaco Piazza toglie voce alle richieste della minoranza.

Come Gruppo M5S avevamo preparato una interrogazione INT 2014/3 chiedendo lumi nel merito di una questione delicatissima. Come già detto, è inammissibile che in un territorio come il nostro ci si possa permettere il lusso di non avere un Assessorato all’ambiente, ma la cosa che ci lascia assai più perplessi è la “delega” de facto che il Sindaco ha attribuito al Consigliere Modini, contravvenendo a quanto previsto dai regolamenti e, tra l’altro, creando un cortocircuito grave nel funzionamento del Consiglio Comunale mischiando la figura del “controllore” e del “controllato”. Proprio su questo punto il PD, nella riunione dei Capigruppo, ha deciso di cassare questa nostra richiesta impedendone la discussione in aula.

Stessa sorte è toccata alla nostra seconda interrogazione INT 2014/2 che aveva lo scopo di chiedere delucidazioni in merito alla dichiarazione da parte del Sindaco, nel primo Consiglio Comunale, sullo studio ISDE che effettua rilevazioni sui depositi di metalli pesanti nelle unghie dei bambini provocati dalle emissioni inquinanti, tra le quali, quelle dell’inceneritore del Gerbido. Non capiamo (o meglio capiamo fin troppo bene) come possa questa Amministrazione non curarsi degli enormi impatti sulla salute dei propri concittadini “snobbando” questo protocollo di ricerca asserendo, nemmeno troppo velatamente, che quest’ultima (per lui) non ha fondamenti scientifici. Non serve ribadire che chiederemo con forza che vengano presi in esame anche questi campionamenti affinché tutti i cittadini siano quanto meno consapevoli di cosa debbano accettare di respirare.

Trova spazio in Consiglio solo l’interrogazione INT 2014/1 inerente ai “Rischi alluvionali del territorio di Beinasco” che purtroppo è stata discussa brevemente in aula senza che siano state fornite esaurienti risposte in merito. Riteniamo che l’Amministrazione non abbia tenuto in considerazione la direttiva CE 2007/60e che quindi non siano state attivate le procedure relative all’individuazione delle aree a rischio per le quali il termine ultimo è il 15 di Luglio. Le uniche riposte da parte del Sindaco sono state dunque del tutto inappropriate, facendo un vago riferimento al Piano Regolatore che però nulla ha a che fare con la problematica da noi sollevata.

Altro argomento particolarmente spinoso riguarda le Commissioni permanenti. Il PD “pretende” che i voti dei propri componenti delle Commissioni debbano valere di più rispetto ai voti espressi della minoranza. Sorge il dubbio che, nonostante si stia parlando di “politici di lungo pelo”, i rappresentanti del PD non siano troppo ferrati in quelle che sono le regole del funzionamento della macchina comunale o forse, molto più probabilmente, se ne infischiano delle minoranze. Infatti nei regolamenti non vi è alcuna menzione circa la necessità di garantire alla maggioranza i numeri necessari, ma ci si riferisce solo alla proporzione della rappresentanza in seno alle commissioni, dove per inciso, la maggioranza può vantare già ben 5 consiglieri su 9.

Ci auguriamo che nel prossimo Consiglio Comunale si possa trovare il tempo per discutere di questi temi con la calma necessaria, ma soprattutto con serietà, anteponendo prima gli interessi dei cittadini e la giusta applicazione delle regole democratiche.

MoVimento 5 Stelle Beinasco

Riunione attivisti Movimento 5 Stelle Beinasco – 14 luglio

ASSEMBLEA PUBBLICA 1E’ convocata una riunione per lunedì 14 luglio 2014 alle ore 21,00 presso il “LORY BAR” Strada Comunale di None – Beinasco (vicino Venete Cucine)

Ordine del giorno:

  • Resoconto attività gruppo Redazione
  • Regole di autogestione dei gruppi di lavoro e redazione
  • Relazione sulla commissione bilancio del 14 luglio
  • Quali azioni in merito alle pagine Facebook non ufficiali

La riunione è aperta a tutti.

Come si diventa attivista del Movimento 5 Stelle di Beinasco? Semplicemente… diventando attivo. Cioè partecipando alle nostre riunioni, portando le proprie idee, e collaborando alla realizzazione dei progetti. Ogni nuovo arrivato è il benvenuto alle riunioni che teniamo periodicamente. Il MoVimento 5 Stelle è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con il programma del MoVimento 5 Stelle.

L’adesione al MoVimento non richiede il pagamento di nessuna quota.

Se sei interessato a partecipare contattaci attraverso l’indirizzo mail: beinasco.5stelle@libero.it

CONSIGLIO COMUNALE del 7 luglio 2014

Qualche dato e riflessione, per chi non c’era, in merito al consiglio comunale che si è svolto il 7 luglio 2014.
Siamo partiti subito portando tre interrogazioni urgenti:
1 – oggetto: INTERROGAZIONE IN MERITO ALLA DIRETTIVA 2007/60/CE RELATIVA ALLA VALUTAZIONE ED ALLA GESTIONE DEI RISCHI DA ALLUVIONE (direttiva per l’elaborazione dei piani di gestione dei rischi alluvionali ed all’elaborazione delle mappe di pericolosità e rischio, le osservazioni possono essere inoltrate entro il 15 LUGLIO 2014) 
2- oggetto: INCARICHI DATI AI CONSIGLIERI COMUNALI (contestiamo il fatto che la carica di consigliere non possa conciliare, anche se temporanea, con incarichi che dovrebbero essere in carico agli Assessori visto l’importanza degli argomenti con deleghe, stiamo parlando di Ambiente e Partecipate date al consigliere di maggioranza Sig. Modini, come dichiarato anche sul sito del Comune. Per noi, ma sopratutto per le norme di legge, il cosigliere che ha il ruolo di controllore non può avere un incarico che dovrebbe controllare)
3- IN MERITO ALLE DICHIARAZIONI DEL SINDACO DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 GIUGNO 2014 (nel corso del consiglio comunale del 17 giugno il Sindaco Piazza ha espresso la sua opinione in merito all’attività dell’Isde circa lo studio sulle analisi delle unghie sui bambini; in particolare ha dichiarato che il lavoro svolto dall’Isde non ha alcun valore scientifico perchè privo di protocollo mentre le analisi effettuate dall’Asl sono state fatte in base ad un protocollo definito)
La prima interrogazione è stata accettata ed è stata discussa in consiglio, e l’impressione è che nessuno della giunta ne fosse a conoscenza. Ci ha stupito che l’assessore di competenza, vista l’urgenza della scadenza, non ne sapesse nulla: aspettiamo comunque una risposta dai tecnici del comune, che sicuramente sono più preparati sull’argomento, viste le parole evasive espresse dal Sindaco (che forse non ha ben capito le nostre domande, o forse non sapeva cosa rispondere e dunque ha parlato del piano regolatore).
Per quanto riguarda le altre due interrogazioni, il presidente del consiglio ha ritenuto che fossero un pò troppo politiche e che non fosse il caso di discuterne (ricordo che quando si portano delle interrogazioni urgenti è a facoltà del presidente del consiglio se discuterne o meno, sentiti i pareri dei capogruppo; non è mancata anche la supervisione del Sindaco): sono state protocollate e si porteranno in discussione al primo consiglio comunale utile. Per quanto rigurda il secondo punto dell’ordine del giorno del consiglio, “costituzione commissioni consigliari permanenti”, anche qui abbiamo aperto una discussione in merito al peso del voto all’interno della stesse, che saranno composte da 9 membri così suddivisi:

– per la maggioranza:
4 PD
1 Beinasco Sostenibile
– per la minoranza:
2 M5S
1 Forza Italia
1 Vivi Beinasco
La maggioranza sostiene che il voto dei membri del PD di una determinata commissione valga 0.25 in più rispetto a quello di tutti gli altri membri della commissione. La motivazione di questa disparità? Dicono di aver fatto sempre così.
SEMPRE COSI’!!!
A tutti noi, da subito, questo è sembrato molto strano e dunque, com’è nella nostra abitudine, siamo andati a vedere se esiste la norma in merito e abbiamo chiesto delucidazioni anche al Segretario comunale. Nel Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali art.38 comma 6 recita: “Quando lo statuto lo preveda, il consiglio si avvale di commissioni costituite nel proprio seno con criterio proporzionale. Il regolamento determina i poteri delle commissioni e ne disciplina l’organizzazione e le forme di pubblicità dei lavori.”
Pensiamo che la maggioranza abbia fatto un pò di confusione nella interpretazione della/e norme, spostando anche sul valore del voto la proporzionalità  su ogni singola testa. Altra cosa molto importante, che durante la discussione in consiglio un consigliere della maggioranza dica a quelli che hanno costituito la componente di minoranza nella scorsa legislatura: “Ma voi non avete mai detto nulla in merito”.
Questo la dice lunga sulla situazione normativa attuata in seno al Comune.
Tale è la gravità che abbiamo chiesto di mettere a verbale la nostra richiesta sul valore del voto per avere una risposta adeguata a quelle che sono le normative vigenti, perchè a noi non basta la spiegazione “si è fatto sempre così”.
Intanto continuiamo a fare ricerca, studiando e informandoci, e da Voi cittadini aspettiamo le vostre proposte, idee e informazioni per portare la vostra voce nel palazzo. Vi aspettiamo numerosi ai prossimi consigli comunali e alle commissioni aperte, così che possiate vedere con i vostri occhi e sentire con le vostre orecchie ciò che viene discusso e deciso.
Portavoce consigliere M5S
Eusebio Cursi

Segnalazioni dal territorio: le condizioni del Parco Comunale di Borgaretto

Continuano le nostre segnalazioni dal territorio sulle condizioni delle strutture pubbliche e dei parchi beinaschesi.

Questa volta ci siamo recati all’area giochi presente nel Parco Comunale di Via Orbassano a Borgaretto. Come potete vedere nelle foto seguenti, ci ritroviamo a segnalare una situazione già ampiamente riscontrata in altri parchi di Beinasco: strutture fatiscenti, sottoposte ad incuria e abbandono, potenzialmente pericolose per i bambini.

parco1parco2parco3parco4 (1)
La pavimentazione antishock, utilizzata per proteggere i bambini dalle cadute, è completamente usurata e ricoperta da pietre se non addirittura assente.
Alcuni pezzi di recinzione sono abbandonati al loro destino, appoggiati su un muretto laterale. Le erbacce, infine, crescono indisturbate sugli stessi giochi.
La sensazione di sporcizia e degrado salta immediatamente agli occhi.

E’ questa l’attenzione che l’amministrazione comunale riserva per le strutture in cui i nostri bambini dovrebbero andare a giocare?

Ci spostiamo ora nel parco situato nei pressi di Via Aldo Moro, a Borgaretto.
In questo caso, purtroppo, l’incuria è imputabile ai cittadini che gestiscono gli orti urbani adiacenti al parco.

orti2 (1)orti1 (1)orti3 (1)
Come potete vedere, cumuli di sfalci e di terra vengono gettati dagli orti direttamente nel parco. In questo caso il richiamo è al senso civico delle persone: siamo una piccola comunità, e la qualità della vita nel nostro territorio dipende anche dai comportamenti di ogni singolo cittadino. E’ fondamentale essere rispettosi delle strutture pubbliche a nostra disposizione e comportarci in modo tale che non vengano danneggiate o che non cadano in condizioni di degrado.

 

Convocazione Consiglio Comunale del 7 luglio

E’ convocato per lunedì 7 luglio alle ore 18.45 presso l’ex Chiesa Confraternita Santa Croce il Consiglio Comunale di Beinasco, per la trattazione dei seguenti argomenti.

COMUNICAZIONI.

VOTAZIONE DELIBERAZIONI:

1. Approvazione verbali adottati dal consiglio comunale nelle sedute del 3 e 28 aprile 2014. 2. Costituzione commissioni consiliari permanenti per la legislatura 2014/2019. Determinazione della loro composizione numerica e nomina componenti.

Invitiamo tutta la cittadinanza ad assistere al Consiglio.

Chi non potesse essere presente, può come di consueto seguire il Consiglio in diretta streaming all’indirizzo http://www.ustream.tv/channel/beinasco-5-stelle

Precisazioni in merito alle dichiarazioni del consigliere Modini (PD)

Durante lo svolgimento del primo Consiglio Comunale tenutosi a Beinasco, il Consigliere Modini afferma nel suo intervento che la campagna elettorale ha avuto toni e modi violenti (da parte dei Cinque Stelle ndr) tali per cui, il Gruppo del PD da lui capeggiato ha deciso di non affidare la Vice Presidenza al Consigliere Denicu eletto nelle file del MoVimento.

Il MoVimento Cinque Stelle Beinasco rigetta in toto quanto affermato dal Consigliere Modini sui toni e modi avuti durante la campagna elettorale, Il MoVimento è da sempre una forza politica democratica e non violenta che nulla ha a che fare con atti di violenza sia verbale che fisica.

La campagna elettorale dei Cinque Stelle si è svolta con la forza delle parole di chi può affermare di non avere nulla a che fare con coloro i quali svolgono attività politica per mero interesse personale e, questo sì, senza sconto alcuno verso le altre forze politiche.

La grave scelta politica messa in atto dagli esponenti del Consiglio e dalla Giunta a guida Piazza nel non concedere la Vice Presidenza ad un membro dell’opposizione che rappresenta sul territorio beinaschese il 25% degli elettori è, a nostro avviso, totalmente inopportuna, anti democratica nonché di forte ostacolo a quel dialogo che lo stesso PD ha chiesto al MoVimento Cinque Stelle.

Ribadiamo dunque con forza la necessità di una opposizione senza sconti verso tutti quei provvedimenti che non avranno come primo interesse quello dei cittadini di Beinasco.

Ufficio Stampa M5S Beinasco