Archivi giornalieri: 18 aprile 2014

I sette peccati capitali

Il PD locale ha presentato ieri sera la coalizione con cui si presenterà alle prossime elezioni amministrative del 25 maggio.
Più che una coalizione si tratta di una vera e propria armata Brancaleone, notiamo infatti ben sette simboli: sette, proprio come i peccati capitali.
Nel folto elenco, vi sono partiti e partitini che fino a ieri dicevano che avrebbero corso da soli e liste civiche sbucate improvvisamente dal nulla: un comodo parcheggio per piazzare gli amici degli amici, come da tradizione della vecchia politica.
Onestamente, quali attività avrebbero svolto sul territorio sino ad oggi queste fantomatiche liste civiche?
Si tratta semplicemente del classico trucchetto adottato per raggranellare qua e là voti utili alla causa.

Cittadini di Beinasco, non fatevi ingannare! 

PD_beinasco (1)

Degrado in Piazza Garelli

Abbiamo da poco ricevuto nelle nostre buche la special edition di Beinasco Notizie, nella quale l’amministrazione uscente faceva il bilancio di mandato, con il dettaglio degli interventi effettuati in questi cinque anni nelle borgate che compongono Beinasco.
Nel numero in questione, venivano quindi riportati anche gli interventi effettuati a Borgo Melano.
Abbiamo fatto un giro a Borgo, in Piazza Garelli, e le dichiarazioni pompose lette sul giornalino stridono decisamente con quanto visto con i nostri occhi.

foto.1.1
foto.2.1
foto.001
Recinzioni abbattute e pericolanti, tombini scoperti e pericolosi per i bambini, erba altissima (la foto è di una decina di giorni fa, vi assicuriamo che oggi è arrivata ad altezza uomo).
Stendiamo poi un velo pietoso sul volantinaggio effettuato dal PD locale sui temi del mercato e della farmacia, ai quali gli abitanti di Borgo Melano sono particolarmente sensibili…
Sono casi come questi che confermano come l’amministrazione uscente, negli ultimi cinque anni, abbia usato due pesi e due misure a seconda che i problemi riguardassero questa o quella borgata. Per il Movimento 5 Stelle di Beinasco tutte le borgate hanno pari dignità e meritano la stessa attenzione.