I parchi giochi? Cadono a pezzi

Continua il nostro tour per Beinasco per controllare lo stato delle strutture adibite ad utilizzo pubblico: questa volta siamo stati a Borgaretto, al parco sito presso i giardini di Via Papa Giovanni Paolo II.
Il primo aspetto che notiamo denota subito lo stato di semiabbandono di questo posto: la staccionata è divelta e in parte marcia, un pezzo della stessa è staccato e riverso sulla strada adiacente.
Il parco è suddiviso in due parti: da una parte un percorso da utilizzare per effettuare degli esercizi fisici, dall’altra l’area riservata al gioco dei bambini.
Il percorso presenta una serie di attrezzi ormai rotti e in stato fatiscente da almeno un anno a questa parte. Nemmeno l’area giochi si salva: le altalene sono senza catene e seggiolini e i cosiddetti antishock, gli strumenti utilizzati per tutelare dalle cadute, sono o mancanti oppure talmente obsoleti da risultare totalmente inefficaci.
Le strutture in questione sono assolutamente pericolose per i nostri bambini che, quotidianamente, le utilizzano per giocare.

foto.3foto.2Staccionate divelte

foto.1foto.4.000Altalene senza catene e seggiolini, antishock totalmente inefficaci

La domanda che sorge spontanea è la seguente: per quale motivo l’Amministrazione Comunale non si occupa della manutenzione di queste e altre strutture comunali?
Sarebbe opportuno intervenire quanto prima per sanare la situazione, visto che la struttura descritta versa in questo stato da ormai parecchio tempo.
Come si dice di solito: meglio prevenire che curare!

4 pensieri su “I parchi giochi? Cadono a pezzi

  1. Daniele Callea

    questo parchetto è già da parecchio tempo in questo stato con addirittura macchine abbandonate davanti….e il comune cosa fa???

    Rispondi
  2. messi

    IL COMUNE NON FA NIENTE NESSUNO MAI NESSUNO MAI NESSUNO MAI NESSUNO SI è OCCUPATO DI QUESTO GIARDINO è SEMPLICEMENTE UNA VERGOGNA!SECONDO ME IL DIRIGENTE DEI LAVORI MANCO SA CHE ESISTE QUESTO GIARDINO,MENTRE PARECCHI ASSESSORI PASSANO DI LI TANTE VOLTE ASSESSORI DI BORGARETTO LI VEDONO MA NIENTE CHI SE NE FREGA .BASTA TUTTI A CASA IL POPOLO DEVE PRENDERSI IL PROPIO TERRITORIO NON LASCIARLO A MANI DI PERSONE CHE CON UN GIARDINO CI GUADAGNANO POCO BASTA!!!!!

    Rispondi
  3. Andrea

    I parchi gioco così come le strutture sportive all’aperto andrebbero gestite un po’ meglio: tenendole così’ male non servono a niente!Se passa il reddito di cittadinanza facciamo fare ai beneficiari lavori socialmente utili come ad esempio i custodi! W il Movimento, M i partiti ladri!

    Rispondi
    1. Marco

      Il Comune si occupa sotto elezioni così poi magari puo’ convogliare meglio i voti.
      Basti vedere i lavori che stanno facendo in lungo e in largo,per far vedere che sono attivi sul territorio,la paura di perdere voti è tanta e la debolezza dell’uomo idem,ci siamo già capiti………

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *