Riunione Operativa Attivisti MoVimento 5 Stelle

riunione attivistiE’ convocata una riunione per lunedì 10 febbraio 2014 ore 21,00 presso il “LORY BAR” Strada Comunale di None – Beinasco (vicino Cucine Venete)

Le riunioni degli Attivisti sono riservate agli attivisti stessi ma sono aperte a tutti coloro che desiderino diventarlo.

Per la prima riunione è possibile partecipare affiancati da un attivista, oppure invitati personalmente se conosciuti da qualcuno del gruppo.

Nel caso in cui non conosciate nessun membro, potete contattarci al nostro indirizzo di posta elettronica sotto riportato.

Come si diventa attivista del Movimento 5 Stelle di Beinasco?

Semplicemente… diventando attivo. Cioè partecipando alle nostre riunioni, portando le proprie idee, e collaborando alla realizzazione dei progetti. Ogni nuovo arrivato è il benvenuto alle riunioni che teniamo periodicamente.

Il MoVimento 5 Stelle è aperto ai cittadini italiani maggiorenni che non facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi oggetto o finalità in contrasto con il programma del MoVimento 5 Stelle. L’adesione al MoVimento non richiede il pagamento di nessuna quota.

Se sei interessato a partecipare contattaci  attraverso l’idirizzo mail: beinasco.5stelle@libero.it

Un pensiero su “Riunione Operativa Attivisti MoVimento 5 Stelle

  1. Joel

    Ho da poco conosciuto il movimento 5 stelle di Beinasco, ho partecipato a un’assemblea sull’inceneritore e un’assemblea attivisti, sono molto contento che anche a Beinasco si sia creato questo movimento e mi piacerebbe attivarmi per fare parte del cambiamento. Esprimerò adesso alcuni pensieri e proposte personali sul gruppo :
    -necessità di un reso conto delle assemblee settimanale
    -un riassunto aiuta la riflessione e le autocritiche sulle cose fatte e non fatte bene o male.
    -informa l’entourage di cosa stiamo facendo e perché lo stiamo facendo.
    -evita il ripetersi delle discussioni inutili.
    -etc…
    -da quanto ho capito c’è già un programma per le elezioni del sindaco, è urgente metterlo in rete.
    -la mancanza d’informazione in generale verso i cittadini non aiuta l’avvicinamento di altri attivisti.
    Non sono iscritto né a facebook né a twitter per scelte di vita e perché non sono strumenti adeguati ad un organizzazione di cittadini come 5 stelle che si vuole indipendente in confronto di tutti.
    Facebook oltre guadagnare sulle vostre “chiacchiere” studia il vostro profilo, le vostre idee e i vostri pensieri questo su scala mondiale al fine ufficiale di farsi soldi (miliardi di dollari: http://it.wikipedia.org/wiki/Facebook) e meno ufficiali di collaborare con la NSA e altri servizi ancora più segreti(cito sol il primo articolo apparso nella ricerca sul google: http://www.lastampa.it/2014/01/30/tecnologia/nsa-cos-spiano-facebook-e-twitter-spqAiDoYdiU82INjyyQVIL/pagina.html).
    Invece il vostro sito internet è situato in Italia, lo controllate voi (ci sarà sempre comunque la censura italiana), siete voi a decidere se volete la pubblicità o no ( personalmente sono contrario alla pubblicità perché nella maggiore parte delle volte è ingannevole e menzognera) . Potete instaurare più livelli di accesso all’interno del sito che serve per esempio a dividere le comunicazioni tra attivisti e le pubblicazioni esterne…
    potete usare lo spazio dedicato per archiviare documenti che possono essere sia pubblici sia privati (parlo a livello di movimento).
    Pero c’è bisogno di addetti alla stampa, di chi scrive gli articoli e anche di un comitato di censure (non si può scrivere qualsiasi cosa, ci sono troppi avvocati in giro e i clienti sono ricchi (sto parlando dei partiti politici…) e vi faranno cause anche se avete ragione.
    Un’altra cosa quando si citano dei numeri è bene anzi doveroso citarne la fonte (sito internet, pdf, doc…) mi riferisco all’ultimo commento di “ocirne1 ” altrimenti cadiamo nella trappola del buco nero dove il contraddittorio te ne citerà altri totalmente all’opposto e a questo punto chi avrà ragione?
    Infine i rappresentati ufficiali del gruppo dovrebbero avere una scheda pubblica tipo curriculum sul sito e anche gli attivisti volendo…
    questo movimento è nato per la trasparenza, i politici hanno catalogato Beppe Grillo e il movimento di “antipolitico” ma loro sono degli antidemocratici, non consultano i cittadini nelle loro decisioni ed è su questo che il movimento deve combattere: ridare ai cittadini gli strumenti per decidere.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *