Inceneritore, altro stop. E fanno dieci

inceneritore

Pubblicato Lunedì 13 Gennaio 2014, ore 18,29

L’impianto del Gerbido fermo per una serie di guasti a due linee: “trip di caldaia” e bruciatori fuori uso. Emissioni di Co e Nh3. Ma per Trm non c’è da preoccuparsi, gli sforamenti sono pari a 50 auto in tangenziale. La pensano diversamente i cittadini

Ennesimo stop all’inceneritore del Gerbido. Con quello registrato ieri, domenica 13 gennaio, salgono a dieci le interruzioni verificatesi dal momento in cui è entrata in attività l’impianto alle porte di Torino. La conferma arriva direttamente da Trm, la società che ha progettato, realizzato e gestisce il “termovalorizzatore”. «Nell’ambito delle attività di test a cui viene sottoposto il termovalorizzatore in questa fase di esercizio provvisorio (maggio 2013 – aprile 2014), si sono verificate alcune anomalie alle Linee 2 e 3 dell’impianto, che hanno determinato il superamento di alcuni limiti emissivi», scrive in una nota. Le anomalie sono numerose: «la Linea 2 ha subito un trip di caldaia, che ha causato un blocco della turbina, con il superamento – nella media giornaliera – del livello di monossido di carbonio (CO), mentre nella Linea 3 – nell’ambito di un altro collaudo – i bruciatori ausiliari non sono entrati in funzione a causa di un problema nel rilevatore di fiamma, causando un superamento dei limiti di monossido di carbonio (CO) e di ammoniaca (NH3)». In entrambi i casi «i superamenti semiorari – che hanno poi generato lo sforamento della media giornaliera – sono stati limitati nel tempo, grazie al tempestivo intervento dei tecnici. Al termine della giornata di ieri i problemi sono stati risolti ed entrambe le linee sono state fatte ripartire e – attualmente – sono in marcia regolare».

 

Trm assicura che «l’impatto ambientale complessivo del termovalorizzatore è molto limitato ed in linea con altre fonti – come il traffico automobilistico e il riscaldamento domestico – che emettono le stesse sostanze inquinanti. Ad esempio – secondo una stima fatta da Trm – lo sforamento odierno di monossido di carbonio può essere paragonato a quello di circa 50 automobili che percorrono tutta la tangenziale di Torino». Dichiarazioni per nulla rassicuranti per i residenti nei Comuni che gravitano attorno all’impianto che, per bocca della battagliera Daniella Allotta di Beinasco, lamentano un peggioramento della qualità dell’aria: «irrespirabile», afferma in una lettera inviata al sindaco Maurizio Piazza e ai parlamentari del territorio. «Non raccontateci che è normale, perché non è così. Non si scherza con la salute delle persone. Anzi, trovo vergognoso il comunicato di Trm, visto che la nostra è una zona particolarmente colpita da diversi fattori di inquinamento e lo si sapeva da sempre».

http://www.lospiffero.com/buco-della-serratura/inceneritore-altro-stop-e-fanno-dieci-14457.html

2 pensieri su “Inceneritore, altro stop. E fanno dieci

  1. eugenia

    veramente ora fanno 11, copio e incollo dal sito della trm:

    Termovalorizzatore: lieve superamento CO Linea 3

    Torino, 14 febbraio 2014. Nella giornata di ieri – nell’ambito dei test legati al riassetto e alla calibrazione delle strumentazioni, conseguenti al fermo manutentivo programmato dell’impianto – si è verificata un’anomalia legata al ciclo termico della Linea 3, causata da un trip di caldaia, che ha portato ad un lieve superamento della media giornaliera del monossido di carbonio (CO).

    Grazie al tempestivo intervento dei tecnici, l’inconveniente è stato risolto in meno di un’ora e il supero è risultato molto limitato nel tempo e – complessivamente – di minima entità: 61 mg/Nm3 rispetto al limite di legge di 50 mg/Nm3. Secondo una stima di TRM, l’ammontare complessivo dei flussi di massa di monossido di carbonio emessi dall’impianto, nell’intera giornata di giovedì 13 febbraio, è stato pari a circa 23 automobili che percorrono – una sola volta – tutta la tangenziale di Torino.

    Gli operatori hanno subito effettuato una verifica tecnica dell’anomalia riscontrata ed hanno proceduto – senza spegnere l’impianto – al suo tempestivo ripristino.

    Attualmente tutte e tre le linee sono in marcia regolare.

    (http://www.trm.to.it/index.php?option=com_content&view=article&id=495%3Atermovalorizzatore-lieve-superamento-co-linea-3&catid=45%3Acomunicati-stampa&Itemid=174&lang=it(

    è bello vedere come per loro è tutto molto facile: “solo l’equivalente di 23 automobili che percorrono la tangenziale di torino” al posto di dire che il superamento è equivalente al 22% in più rispetto ai limiti consentiti !!!

    Rispondi
  2. messi

    sempre dei problemi basta!adesso a sentire loro sono piccoli problemi,ma cosa dobbiamo aspettare che accada per chiuderlo?che scoppi tutto?stiamo inquinando tutto ma ci rendiamo conto di questo!ha be forse qualcuno aspetta una poltrona per il teleriscaldamento.ora ho capito.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *